Endocardite acuta da Staphylococcus haemolyticus meticillino sensibile, con recidiva dopo trattamento da ceppo meticillino resistente

Abstract

Le endocarditi su valvole native (NVE) da Stafilococchi coagulasi negativi (CoNS) presentano un andamento aggressivo simile a quello da Staphylococcus aureus e sono difficili da trattare per l’alta incidenza da parte dei CoNS di resistenza a oxacillina.Viene riportato un caso di NVE da Staphylococcus haemolyticus meticillino sensibile, con risposta iniziale favorevole al trattamento con oxacillina, ma con successiva recidiva a distanza di tre mesi legata comparsa di ceppo oxacillino-resistente. L’ipotesi è che l’infezione sia stata sostenuta da una popolazione batterica con fenotipo eteroresistente, che in seguito al trattamento antibiotico ha sviluppato resistenza omogenea a oxacillina. Nell’impostare un trattamento per infezioni gravi da Stafilococchi sensibili in vitro ad oxacillina è necessario considerare sempre la presenza di un eteroresistenza.

Dimensions

Altmetric

PlumX Metrics

Downloads

Download data is not yet available.
Published
2005-03-31
Info
Issue
Section
Original Articles
Statistics
  • Abstract views: 4394

  • PDF: 919
How to Cite
Magnani, G., & Choroma, F. (2005). Endocardite acuta da Staphylococcus haemolyticus meticillino sensibile, con recidiva dopo trattamento da ceppo meticillino resistente. Microbiologia Medica, 20(1). https://doi.org/10.4081/mm.2005.2988

Most read articles by the same author(s)